Vocabolario

Cazzo


Interiezione
cazzo

  1. interiezione usata per esprimere sorpresa o rabbia
  2. cazzo , ho mancato il bersaglio!
  3. cazzo , avevo appuntamento alle 17.00 dal dottore!
  4. usato per enfatizzare il senso della frase
  5. cosa cazzo vuoi?
  6. chi cazzo lo dice?
  7. dove cazzo andiamo ora?
  8. "chi "'cazzo"' sei ?"
Sostantivo cazzo m (plurale: cazzi)

  1. (volgare) pene
  2. (per estensione) (volgare) usato al posto di cosa o che
  3. che cazzo vuoi?
  4. che cazzo dici?
  5. (volgare) in una frase negativa, usato al posto di niente
  6. non capisce un cazzo
  7. non vedo un cazzo
  8. (volgare) in una frase negativa, usato al posto di nessuno/a

Voce verbale
cazzo
  • indicativo presente, prima persona singolare del verbo cazzare

  • Sillabazione
    càz | zo

    Pronuncia
    IPA: /'kat.ʦo/

    Etimologia

    • (sostantivo, interiezione) probabilmente per contrazione dal latino căp(ĭ)t(ĭ)ŭm, derivato di căpŭt (da cui per esempio anche lo spagnolo cabeza), "relativo alla testa"; nel tardo impero indicava il cappuccio, da cui per analogia il glande e poi per estensione tutto il pene
    • (voce verbale) vedi la voce cazzare

    Citazioni

    "Sono guarito... in grazia dell’aver fatto a modo mio, cioè non aver usato un cazzo di medicamenti" (Giacomo Leopardi)


    Derivate

  • cazzata, cazzaro, cazzeggiare, cazziata, cazziatone, cazzuto, fancazzista, incazzarsi, incazzire, scassacazzo, scazzare, 'sti cazzi, un cazzo

  • Correlate

  • glande

  • Alterati

  • (accrescitivo) cazzone

  • Proverbi

    • che cazzo fai: rimprovero rivolto verso qualcuno che sta commettendo un madornale errore
    • alla cazzo di cane: (volgare) malfatto, in modo brutto
    • questo lavoro è stato fatto alla cazzo di cane!''';
  • (militare) con la pioggia e col sereno anche oggi un giorno in meno, con il cazzo tra le mani passerà anche domani: conteggio dei giorni che mancano al congedo: allude alla mancanza di donne nella vita di caserma
  • sbattersene il cazzo : infischiarsene
  • non fare un cazzo : non fare niente
  • rompere il cazzo : infastidire o rimproverare qualcuno aspramente


  • La parola di oggi è

    Nostro


    Aggettivo possessivo
    nostro m sing (singolare maschile: nostro, plurale maschile: nostri, singolare femminile: nostra, plurale femminile: nostre)


    1. aggettivo possessivo della prima persona plurale;
    2. il nostro cane è ammalato

    nostro m
  • pronome possessivo della prima persona plurale

  • Sillabazione
    nò | stro

    Pronuncia
    IPA: /'nɔ.stro/

    Etimologia
    dal latino nōstru(m) , accusativo di nōster

    Citazioni

    "Io, Giovanni, vidi salire dall'oriente' un altro angelo, con il sigillo del Dio vivente. E gridò a gran voce ai quattro angeli, ai quali era stato concesso di devastare la terra e il mare: non devastate la terra né il mare, né le piante finché non avremo impresso il sigillo sulla fronte dei servi del nostro Dio " (Apocalisse di Giovanni)
    , testo CEI 2008

    Proverbi

  • Cosa Nostra : nome proprio di una associazione mafiosa; (per estensione) la mafia

  • che ci appartiene (agg. poss.), di noi (agg. poss.), peculiare (agg. poss.), abituale (agg. poss.), solito (agg. poss.), familiare (agg. poss.), mio (agg. poss.), ciò che ci appartiene (pron. poss.), patrimonio (pron. poss.), averi (pron. poss.), beni (pron. poss.), familiari (pron. poss.)...

    Leggi tutto >>