Aforismi

Jean Rostand

« Uccidi un uomo e sei un assassino. Uccidine milioni e sei un conquistatore. Uccidili tutti e sei Dio. »

Jean Rostand

« Meno si crede in Dio, più si capisce che gli altri ci credano. »

Jean Rostand

« Ho compreso poche parole nel corso della mia vita, non a sufficienza per formare una frase. »

Jean Rostand

« Nell'arte, la bellezza non è altro che la bruttezza mitigata. »

Jean Rostand

« Può essere insultante sentire i propri pensieri espressi da altri: non siamo abbastanza sicuri delle loro intenzioni. »

Jean Rostand

« Essere adulti vuol dire essere soli. »

Jean Rostand

« Il divino è forse quella qualità dell'uomo che gli permette di sopportare l'assenza di Dio. »

Jean Rostand

« Ci deve pur essere qualcosa di vero nella reincarnazione, visto che certe donne di trentacinque anni ricordano avvenimenti di cinquant'anni fa. »

Jean Rostand

« La nobiltà di un essere umano è strettamente indipendente da quella delle sue convinzioni. »

Jean Rostand

« Letteratura: proclamare di fronte a tutti ciò che si bada a nascondere ai propri conoscenti. »

Jean Rostand

Cerca categoria per iniziale:

Cerca autore per iniziale:


La parola di oggi è

Carl Scurii

« Gli ideali sono come le stelle: non possiamo raggiungerli, ma tracciamo la rotta in base ad essi. »

Carl Scurii